Jan Lisiecki

Pianoforte

Biografia

All’età di soli 21 anni, il pianista canadese Jan Lisiecki ha ottenuto ampio riconoscimento per la sua straordinaria maturità interpretativa, il suo suono distintivo e la sua sensibilità poetica. Il New York Times lo ha definito “un pianista che sa fare in modo che ogni nota conti”. Le sue interpretazioni penetranti, la sua tecnica raffinata e la sua naturale affinità per l’arte gli consentono di avere uno spessore musicale che va oltre la sua giovane età.

Jan Lisiecki è nato da genitori polacchi in Canada nel 1995. Ha iniziato le prime lezioni di pianoforte all’età di cinque anni e ha debuttato in concerto quattro anni dopo, rifiutando però sempre l’etichetta di ‘’bambino prodigio’’. Il suo approccio alla musica è una rinfrescante combinazione di dedizione, talento ed entusiasmo.

Jan Lisiecki ha suscitato l’attenzione internazionale nel 2010 dopo che il Fryderyk Chopin Institute ha pubblicato una registrazione con i Concerti per pianoforte di Chopin, da lui eseguiti a 13 e 14 anni. BBC Music Magazine ha scritto in merito alla “musicalità matura” del suo stile ed ha commentato la “profonda comprensione” delle sue interpretazioni di Chopin. Il CD ha ricevuto il prestigioso premio Diapason Découverte, affermando Jan Lisiecki come uno dei pianisti più poetici ed immaginifici della sua generazione.

Jan Lisiecki ha firmato un contratto di esclusiva discografica con Deutsche Grammophon nel 2011, a soli 15 anni. La sua prima incisione con DG è stata pubblicata nel 2012 e conteneva i Concerti per pianoforte K466 e K467 di Mozart. Nel 2013 ha fatto seguito un CD con gli Studi op. 10 ed op. 25 di Chopin, mentre il terzo album ha fatto seguito nel gennaio 2016 con le opere per pianoforte ed orchestra di Schumann: ClassicFM ha scritto “potrà anche essere giovane ma Jan Lisiecki suona Schumann come una leggenda”.

Nel 2017 è prevista l’uscita, sempre per DG, di un CD contenente opere per pianoforte ed orchestra poco eseguite di Chopin, interpretate con la NDR Elbphilharmonie Orchester e Krzysztof Urbański.

Jan Lisiecki afferma che il suo scopo è sempre quello di suonare in un modo che comunichi la bellezza e la brillantezza del pezzo originale. Ha ampiamente dimostrato di riuscire a rendere i brani che suona estremamente vicini al modo in cui erano stati intesi. “Entrare in una sala da concerto dovrebbe essere come entrare in un santuario. Ci si va per avere un momento di riflessione, con la speranza di uscire sentendosi diversi ed ispirati”.

Nel marzo 2013 Jan Lisiecki ha sostituito all’ultimo momento Martha Argerich, nell’esecuzione del Concerto per pianoforte n. 4 di Beethoven a Bologna, con l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado. Ha coronato quella stagione con una sensazionale esibizione del Concerto per pianoforte di Schumann ai BBC Proms. L’anno successivo ha eseguito tre Concerti di Mozart in una settimana con la Philadelphia Orchestra e ha debuttato con l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo, la NHK Symphony Orchestra di Tokyo e la Deutsches Symphonie-Orchester di Berlino. Nell stessa stagione, Jan Lisiecki ha debuttato in recital alla Wigmore Hall, all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e a San Francisco. Questi sviluppi hanno avuto luogo insieme alle orchestre più importanti del mondo, tra cui l’Orchestre de Paris, la Filarmonica di New York e la BBC Symphony, in sale rinomate quali la Suntory Hall, la Kennedy, il Barbican e la Royal Albert Hall. Jan Lisiecki ha coltivato intense collaborazioni con direttori del calibro di Sir Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Daniel Harding e Pinchas Zukerman.

Nel gennaio 2016 Jan Lisiecki ha debuttato alla Carnegie Hall di New York con l’Orchestra di Filadelfia diretta da Yannick Nézet-Séguin. Altre importanti date della stagione 2015-16 hanno incluso i Bamberger Symphoniker a Lucerna, debutti nelle serie concertistiche principali dell’Orchestra di Cleveland e della Sinfonica di San Francisco e un tour dell’Europa con l’Orchestra da Camera di Zurigo, dove Jan Lisiecki ha diretto dal pianoforte.

Nella stagione 2016-17 Jan Lisiecki si esibirà intensivamente in tutto il mondo: eventi della stagione prevedono un tour con la London Philharmonic Orchestra e Vladimir Jurowski ed una esibizione nel nuovo festival della neo fondata NDR Elbphilharmonie di Amburgo Insieme a Yannick Nezet-Seguin.

Diverse radio e network televisivi di Europa e Nord America hanno trasmesso le esibizioni di Jan Lisiecki, che è stato anche protagonista del documentario della CBC National News intitolato The Reluctant Prodigy. Nel 2013 ha ricevuto un Leonard Bernstein Award al Festival dello Schleswig-Holstein ed è stato nominato Young Artist of the Year della rivista Gramophone.

Jan Lisiecki è molto impegnato anche in opera caritatevoli, donando tempo ed esibizioni ad organizzazioni quali la David Foster Foundation, la Polish Humanitarian Organization e la Wish Upon a Star Foundation. Nel 2012 è stato nominato Ambasciatore del Canada per UNICEF di cui è stato National Youth Representative dal 2008.

“Jan Lisiecki. Ricordatevi il nome.” - The Financial Times

Discografia

  • Chopin

    Piano Concertos Nos. 1 & 2

    Jan Lisiecki
    Howard Shelley, conductor
    Sinfonia Varsovia

    The Fryderyk Chopin Institute, 2009
  • MOZART

    Klavierkonzerte
    Piano Concertos
    No. 20 KV 466 and No. 21 KV 467
    Jan Lisiecki
    Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks
    Christian Zacharias

    Deutsche Grammophon, 2012
  • CHOPIN

    12 Études op. 10
    12 Études op. 25

    Deutsche Grammophon, 2013
  • AA. VV.

    CLASSICS for HOPE
    Works by:
    Bach, Beethoven, Elgar
    Einaudi, Fauré, Helbig
    Richter, Rachmaninov, and others
    With:
    Abbado, Barenboim, Gardiner, Helbig
    Karadaglic, Karajan, Lang Lang
    Lisiecki, Mutter, Richter, and others

    Deutsche Grammophon, 2013
  • Schumann

    Piano Concerto and Concert Pieces Op. 92 & 134
    Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
    Antonio Pappano

    Deutsche Grammophon, 2016
  • Chopin

    Works for Piano & Orchestra

    Deutsche Grammophon, 2017
  • Schubert

    Fantasie op.103, D.940 F minor / fa mineur / f-Moll

    4 Ländler, D.814 3'16

    Marche Caractéristique, D.886 no. 1 C major / Ut majeur / C-Dur

    Variations on an Original Theme op.35, D.813

    A flat major / La bémol majeur / As-Dur

    Grande Marche op.40 no. 3, D.819

    Polonaise op.61 no. 1, D.824 D minor / ré mineur / d-Moll 4'22

    Rondo op.107, D.951 A major / La majeur / A-Dur

    harmonia mundi, 2017

    harmonia mundi, 2017
  • ​Franck, Chausson

    Franck, Chausson

    Franck, Sonata for piano and violin in A Major, FW8

    Chausson, Concert for Violin, Piano and String Quartet in D Major, Op.21

    Isabelle Faust -violin

    Alexander Melnikov - piano

    harmonia mundi, 2017

    harmonia mundi, 2017

Press

  • Nonostante l’età, Jan Lisiecki è un pianista già completamente formato, dall’incredibile maturità e intensità. Nessuna sorpresa, quindi, riguardo al fatto che abbia firmato per Deutsche Grammophon quando era ancora un adolescente. Mai sentito di un artista che abbia fatto così tanta strada in così poco tempo

    The Seattle Times, febbraio 2012

  • Ha una padronanza della tastiera fuori dal comune […] Lisiecki non è uno di quei pianisti che 'spolverano' i tasti, ma li affonda uno ad uno, producendo anche nei pianissimi un suono sempre corposo. Nelle frasi legate ottiene così note che, pur congiunte una all’altra, suonano magicamente tutte sgranate

    Marco Beghelli, Il Giornale della Musica, 16 giugno 2011

  • Lisiecki ha davanti a sé il mondo, la gloria

    Uberto Martinelli, Il Resto del Carlino, 15 giugno 2011

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale - Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com P.IVA 03297510137 - Cookie policy - Privacy policy