Budapest Festival Orchestra (I. Fischer)

Orchestre

Biografia

La Budapest Festival Orchestra è tra gli ensemble di più grande successo sulla scena musicale internazionale, menzionata come una delle dieci orchestre più importanti del mondo.

La sua figura chiave è il direttore musicale Iván Fischer il quale, insieme a Zoltán Kocsis, è stato uno dei padri fondatori dell'Orchestra. Il sistema della BFO tende ad incoraggiare il mescolarsi delle qualità artistiche dei suoi musicisti, al fine di formare un suono orchestrale squisitamente omogeneo. Sia il pubblico sia la critica riconoscono in modo unanime le qualità delle accattivanti esibizioni dell'ensemble, così come il dinamismo che lo porta a coinvolgere il pubblico nella sua ''gioia di fare musica''.

Nel corso dei decenni la Budapest Festival Orchestra è apparsa per il pubblico ungherese con artisti del calibro di Sir Georg Solti – che fino alla sua morte è stato Direttore Ospite Principale della BFO -Yehudi Menuhin, Pinchas Zukerman, Gidon Kremer, Radu Lupu, Sándor Végh, Sir András Schiff e Richard Goode. Iván Fischer si impegna molto anche nell'invitare musicisti e cantanti giovani e ricercati, per il suo pubblico nazionale.

L'Orchestra è ospite regolare delle sale da concerto più importanti del mondo, tra cui la Carnegie Hall ed il Lincoln Center di New York, il Musikverein di Vienna, il Royal Concertgebouw di Amsterdam e la Royal Albert Hall di Londra. È stata invitata più volte ad esibirsi per eventi musicali quali il Mostly Mozart Festival, il Festival di Salisburgo e il Festival Internazionale di Edimburgo.

Il festival "Bridging Europe", creato dall'Orchestra, ruota ogni anno sulla cultura di un Paese diverso ed è stata lanciata una collaborazione con il Palazzo delle Arti di Budapest – così come le famose ''Maratone Musicali" che presentano le opere di un singolo compositore nel corso di tutta una giornata. Anche produzioni operistiche, con la direzione di Iván Fischer, vengono messe in scena con la collaborazione del palazzo delle Arti: di recente è appena stato presentato 'Il Flauto Magico' di Mozart, in seguito alle acclamate rappresentazioni del 'Don Giovanni' e de 'Le Nozze di Figaro'.

Dal 2014 la Budapest Festival Orchestra si esibisce in concerti gratuiti per la collettività tenuti in centri di accoglienza per bambini, orfanotrofi, chiese e sinagoghe.

La Budapest Festival Orchestra si esibisce regolarmente per i giovani: citiamo ad esempio i 'Cocoa Concerts' per i più piccoli e il progetto 'Scegli il tuo strumento' per i bambini della scuola primaria, o il progetto 'Film' per gli studenti della scuola secondaria, fino ad arrivare alla serie di concerti 'Midnight Music' per adolescenti e giovani.

La serie di progetti innovativi include “Dancing on the Square”, considerato una delle priorità dall’Orchestra e una commistione tra creatività condivisa, tolleranza e pari opportunità così come tra musica e danza. I Cocoa Concerts dedicati ai bambini malati di autismo sono un’altra iniziativa molto importante, che fornisce un ambiente protetto per bimbi autistici e per le loro famiglie.

Nel corso degli anni la BFO ha ricevuto importantissimi riconoscimenti. Nel 2008 i critici internazionali l’hanno classificata tra le prime dieci orchestre al mondo. Nella classifica stilata nel 2013 dal New York Magazine degli eventi musicali più rilevanti, la produzione della BFO de Le Nozze di Figaro è stata votata al primo posto. Le registrazioni dell'Orchestra hanno vinto due volte il Gramophone Award, mentre l'interpretazione della Prima Sinfonia di Mahler è stata nominata per un Grammy nel 2013.

Nel 2014, la Quinta Sinfonia di Mahler interpretata dalla BFO ha ricevuto un Diapason d’Or ed un Toblacher Komponierhäuschen. L’Associazione dei Critici musicali dell’Argentina ha premiato la BFO come miglior orchestra sinfonica straniera ad essersi esibita nel Paese nel 2016.

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale - Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com P.IVA 03297510137 - Cookie policy - Privacy policy