Alexander Lonquich

Pianoforte

Biografia

Alexander Lonquich è nato a Trier, in Germania. Nel 1977 ha vinto il Primo Premio al Concorso Casagrande dedicato a Schubert. Da allora ha tenuto concerti in Giappone, Stati Uniti e nei principali centri musicali europei.

La sua attività lo vede impegnato con direttori d’orchestra quali Claudio Abbado, Kurt Sanderling, Ton Koopman, Emmanuel Krivine, Heinz Holliger, Marc Minkowski. Particolare in tal senso è stato il rapporto mantenuto con Sandor Vègh e la Camerata Salzburg, di cui è tuttora regolare ospite nella veste di direttore-solista.

Un importante ruolo lo svolge inoltre la sua attività nell’ambito della musica da camera. Alexander Lonquich, infatti, ha avuto modo di collaborare con artisti del calibro di Christian Tetzlaff, Nicolas Altstaedt, Vilde Frang, Joshua Bell, Steven Isserlis, Heinrich Schiff, Steven Isserlis, Isabelle Faust, Carolin Widmann, Jörg Widmann, Boris Pergamenschikov, Heinz Holliger, Frank Peter Zimmermann.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale quali il "Diapason d’Or", il "Premio Abbiati" e il "Premio Edison" in Olanda.

Nel 2003 Alexander Lonquich ha formato, con la moglie Cristina Barbuti, un duo pianistico che si è esibito in Italia, Austria, Svizzera, Germania, Norvegia e USA. Inoltre, nei suoi concerti appare spesso nella doppia veste di pianista e fortepianista spaziando da C. Ph. E. Bach a Schumann e Chopin del quale ha inciso su un pianoforte Erard insieme a Philippe Herreweghe il Concerto in fa minore per il Frederick Chopin Institute.
Nel ruolo di direttore-solista, Alexander Lonquich collabora stabilmente con l’Orchestra da Camera di Mantova - con cui in particolare ha svolto un lavoro di ricerca e approfondimento tra il 2004 e 2007 sull’integrale dei Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart - e, tra le altre, ha lavorato con l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Royal Philharmonic Orchestra, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Camerata Salzburg, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestre des Champs Elysées e la Filarmonica della Scala di Milano.
Di particolare rilievo è stato, nella primavera 2009, il progetto con l’Orchestra Sinfonica Nazionale RAI nel quale, in cinque differenti concerti, è stata presentata l’integrale delle Sinfonie di Schubert accostate ai Concerti per pianoforte di Beethoven.

Si esibisce regolarmente per l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con la quale dalla stagione 2011/12 collabora anche come direttore-solista.

Dopo aver effettuato incisioni per EMI dedicate a Mozart, Schumann e Schubert, ha iniziato una collaborazione con la ECM registrando musiche del compositore israeliano Gideon Lewensohn ed un CD di musica pianistica francese dell’inizio del XX secolo con gli Improptus di Fauré, Gaspard de la nuit di Ravel e i Préludes di Messiaen. Recentemente ha inciso, sempre per ECM, la Kreisleriana e la Partita di Holliger e un CD interamente dedicato a Schubert insieme a Carolin Widmann.

Ai numerosi impegni concertistici, Alexander Lonquich ha affiancato negli anni un intenso lavoro in campo didattico tenendo masterclass in Europa, Stati Uniti ed Australia. Ha collaborato inoltre con l’Accademia Pianistica di Imola, l’Accademia Musicale Chigiana e la Hochschule für Musik di Colonia.

A partire dal 2014 Alexander Lonquich è Direttore Principale dell’OTO – Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, con la quale si esibisce durante ogni stagione anche come solista, contribuendo alla formazione dei giovani musicisti ed all’ampliamento del repertorio dell’ensemble.

Nella stagione 2015/16 è stato Artist in Residence presso la NDR Elbphilharmonie Orchester (Orchestra della Radio della Germania del Nord).

Nel 2013 ha creato nella propria abitazione fiorentina, assieme alla moglie Cristina, Kantoratelier, un piccolo spazio teatrale dove le materie a lui care - psicologia, musica e teatro - vengono approfondite grazie a laboratori, seminari e concerti.

Discografia

  • AA. VV.

    work by Auric, Français, Milhaud, Poulenc
    with Frank Peter Zimmermann

    EMI Angel, 1994
  • Schumann

    Intermezzi

    EMI Angel, 1996
  • Prokofiev

    Complete Violin Works
    with Zimmermann, Et Al.

    EMI Classics, 1997
  • Mozart

    Sonatas for Violin & Piano

    EMI, 2002
  • Lewensohn

    Odradek
    with Andreas Arndt, Stewart Eaton, Jens Oppermann, Matthias Lingenfelder
    Auryn String Quartet

    Ecm, 2002
  • Mozart

    Violin Sonatas
    with Frank Peter Zimmerman

    EMI Classics, 2004
  • Debussy, Ravel, Janácek

    Violin Sonatas
    Frank Peter Zimmermann, Alexander Lonquich

    EMI Classics, 2004
  • Messiaen, Ravel, Fauré

    Plainte Calme

    Ecm, 2004
  • Prokofiev

    Violin Concertos Nos. 1 & 2
    Violin Sonata No. 2

    EMI Classics, 2005
  • Mozart

    Piano Pieces

    Angel Records, 2005
  • Mozart

    Mozart: Ses 100 Chefs-d'oeuvre
    with Jack Brymer, Christian Zacharias, Frank Peter Zimmermann, Daniel Barenboim

    EMI Classics, 2005
  • Mozart

    Best Mozart 100

    EMI Classics, 2006
  • Beethoven

    Beethoven: Piano Concertos; Triple Concerto
    with Maurizio Pollini, Mario Brunello, Ilya Gringolts,
    Claudio Abbado, conductor
    Berlin Philharmonic Orchestra, Simon Bolivar Youth Orchestra of Venez

    Deutsche Grammophon, 2008
  • AA. VV.

    Edition Klavier-festival Ruhr Vol. 18

    with Marc-André Hamelin, Herbert Schuch
    Steven Sloane and Stephen Darlington, conductors
    Bochum Symphony Orchestra, Duisburg Philharmonic Orchestra, Dortmund Theater Chorus

    Cavi Music, 2008
  • AA. VV.

    Edition Klavier-Festival Ruhr - Beethoven & Neue Klaviermusik

    with Christoph Prégardien, Siegfried Mauser, Roland Pöntinen, Tamara Stefanovich et Al.

    Cavi Music, 2008
  • Mozart

    Mozart For Kids

    with Andreas Schmidt, Guy de Mey, Dawn Upshaw, Catherine Pierard et Al.
    Conductors: Roger Norrington, John Nelson, Jean-Jacques Kantorow, Herbert von Karajan
    London Classical Players

    Virgin Classics, 2008
  • AA. VV.

    Spannungen: Musik Im Kraftwerk Heimbach [limited Edition]

    with Heinrich Schiff, Hartmut Rohde, Lars Vogt, Christian Tetzlaff et Al.
    Conductor: Daniel Harding
    Heimbach Strings 2006

    Cavi Music, 2008
  • Schumann

    Schumann 200th Anniversary - Piano Music

    with Lars Vogt, Sviatoslav Richter, Youri Egorov et Al.

    EMI Classics, 2010
  • Mozart

    50 Best Mozart

    with Jack Brymer, Christian Zacharias, Frank Peter Zimmermann, Daniel Barenboim et Al.
    Conductors: Herbert von Karajan, Sir Thomas Beecham, Sir Neville Marriner, David Zinman

    EMI Classics, 2010
  • Schumann, Holliger

    Schumann, Kreisleriana
    Holliger, Partita

    Ecm, 2011
  • Mendelssohn

    Violin & Piano Concerto In D Minor,
    String Quintet No 2

    Camerata Bern

    Claves, 2011
  • Mozart

    Symphony No 36, Piano Concerto No 22
    Salzburg Mozarteum Orchestra

    Orfeo, 2011
  • Mozart

    Baby Deli - Mozart II

    EMI Spain, 2011
  • AA. VV.

    50 Mozart

    EMI Classics, 2011
  • AA. VV.

    100 Best Chamber Music

    Warner Classics, 2012
  • Mozart

    Greatest Classical Music Ever! Amadeus - 50 Best Mozart

    Angel, 2012
  • Schubert

    Fantasie; Rondo; Sonata
    with Carolin Widmann

    Ecm, 2012
  • Zygmunt Noskowski, Chopin

    Zygmunt Noskowski, Poemat Symfoniczny "step"
    Chopin, Konzert Fortepianowy

    Conductor: Philippe Herreweghe

    Fryderyk Chopin Society, 2012
  • Poulenc

    Poulenc: Complete Works [20-CD Set]

    with Gabriel Tacchino, Jacques Février, Emmanuel Strosser, Xavier Phillips et Al.
    Conductor: François Boulanger, Georges Prêtre, John Alldis, Harry Christophers et Al.
    Garde Républicaine Soloists Ensemble, Philharmonia Orchestra, Ambrosian Chorus

    Emi Classics, 2012
  • Messiaen

    Quatuor Pour La Fin Du Temps / Widmann, Altstaedt, Lonquich

    with Jörg Widmann, Carolin Widmann, Nicolas Altstaedt,

    Orfeo, 2013
  • Beethoven

    Beethoven Masterworks Collection [51-CD Set]

    with Janet Perry, Agnes Baltsa, Vinson Cole, José Van Dam et Al.
    Conductors: Claudio Abbado, John Eliot Gardiner, Carlos Kleiber, Leonard Bernstein et Al.
    Berlin Philharmonic Orchestra, Orchestre Révolutionnaire et Romantique, Vienna Philharmonic Orchestra

    Deutsche Grammophon, 2013

Press

  • Lockenhaus: improvvisazione di rara bellezza

    Enrico Girardi, Corriere della Sera, 7 dicembre 2016

  • Finisce in bellezza la Stagione del Comunale di Monfalcone

    Dejan Bozovic, Circuito Musica, 12 febbraio 2016

  • Alexander Lonquich e la NDR Symphony Orchestra con Mozart scatenano un’ondata di entusiasmo nella Laeiszhalle

    Die Welt, 8 febbraio 2016

  • Al Teatro Bibiena [...] poker di stelle per Tempo d'Orchestra

    La Voce, 8 dicembre 2015

  • [...] Emozioni e applausi per il Quartetto a Tempo d'Orchestra [...]

    La Gazzetta di Mantova, 5 dicembre 2015

  • [...] Le atmosfere di Dvoràk e Strauss
    protagoniste a Ferrara Musica [...]

    Monica Pavani, Il resto del Carlino, 3 dicembre 2015

  • [...] Frang e Lonquich sanno incantare [...]

    Athos Tromboni, La Nuova Ferrara, 3 dicembre 2015

  • […] Alexander Lonquich, uno dei maggiori pianisti oggi attivi: un musicista completo che non si limita all’attività solistica, ma che invece dà tanto spazio alla musica da camera ed è poi anche concertatore, direttore d’orchestra, e talvolta, in rari fortunati casi, appassionato e acuto divulgatore […]

    Daniele Mastrangelo, il Corriere Musicale, 14 aprile 2015

  • […] Profondo e poetico. È il Beethoven secondo Lonquich […]

    Cesare Galla, Il Giornale di Vicenza, 21 dicembre 2014

  • […] Dotati di una tecnica nitida e serrata, Alexander Lonquich e Cristina Barbuti imprimono ai brani uno slancio fluido e rapinoso, dando vita a un suono insieme armonico e zampillante. La loro prova rivela un’eleganza levigata e tumultuosa, senza che ciò appaia come una contraddizione […]

    Gian Paolo Grattarola, Teatroteatro.it, 15 novembre 2013

  • […] durante l’esecuzione (di Alexander Lonquich e Cristina Barbuti) delle ‘Sei epigrafi antiche’ e poi dei ‘Preludi’ […] il Debussy che fa della musica il personale sismografo delle sensazioni esterne, il mezzo di registrazione delle impressioni più varie appariva appunto ‘illuminato’ nell’appassionante sviluppo sonoro dei suoi pezzi da una seria di variazioni di colorito timbrico cangiante atte a trascolorare da risonanze opalescenti ‘calmierate’ impressionisticamente su vibrazioni stupefatte e sottili, con arpeggi lievi e delicati, e spinte sino all’evanescenza della nota, a scarti di ritmo – di converso – più pronunciati, a notazioni più rimarcate […] che accordano a questa fine raccolta di sensazioni esterne momenti anche di virtuosismo pianistico acceso[…]

    Fabio Brisighelli, Corriere Adriatico, 15 novembre 2013

  • Alexander Lonquich, artista dalla rara sensibilità [. . .]
    ogni volta che lo si ascolta la materia pare rigenerarsi, mille dettagli s’illuminano di nuova luce

    Attilio Piovano, il Corriere Musicale, 24 maggio 2013

  • […] Alexander Lonquich è un poeta del suono: il tocco è di una delicatezza estrema, il fraseggio fluido e scorrevole, la frase sempre elastica ed espressiva, l’energia assai mordente, quando necessario, ma mai destinata ad effetti aggressivi […]

    Paolo Gallarati, La Stampa, 23 maggio 2013

  • [...]“Forte di una professionalità e di una perizia che danno prova di una dedizione assoluta e di un forte investimento emotivo, ricava dalla propria tastiera un ruscello di suoni purissimi e conduce la massa orchestrale con puntigliosa e impagabile accuratezza”.[...]

    Gian Paolo Grattarola, www.teatroteatro.it, 20 Marzo 2011

  • [...] Il Mo Lonquich ha dimostrato grande abilità nell'ottenere una resa comunicativa che andava ben oltre le capacità stesse dello strumento, è un grande professionista che suona ad occhi chiusi, guidato dal cuore e da un assoluto gusto per il bello [...]

    Lorenzo Tassi, L'Eco di Bergamo, 3 Maggio 2010

  • [...] Pubblico in visibilio per l'interpretazione del pianista che come sempre non ha deluso offrendo un'esecuzione straordinaria e originale [...]

    Nadia Spagna, Brescia Oggi, 1 Maggio 2010 - Lonquich al pianoforte d'epoca rinnova la magia di Schumann

  • [...] Il Mo Lonquich controlla tutto dall'alto e lo slancio di certe pagine diventa momento assoluto: si avverte la complicità tra lui e l'autore, gesto d'intesa fra chi può dare del tu ai mostri sacri della musica e non lo nasconde, anzi sfoggia una maestria strumentale e sonora che non teme confronti; l'articolazione sicura, perfetta, assolutamente chiara e coerente di un discorso fitto e complesso ma governato senza sforzo [...]

    Alberto Bardelli, La Cronaca di Cremona, 29 aprile 2010 - Schumann ammantato di Poesia

  • [...] Impeccabile ed etereo, sognante e concreto, [...] ha saputo scavare e far cogliere ogni più intima vibrazione nascosta [...]

    Libertà, 20 ottobre 2008

  • [...] Lonquich ha offerto di questo capolavoro romantico una lettura impeccabile per definizione di suono, cesellando i particolari di una scrittura caratterizzata da estroverso, rapsodico lirismo, e trovando nel fraseggio una poesia intima, assorta, eppure di solare ricchezza espressiva [...]

    L'Arena, 21 settembre 2008

  • [...] Sono esecuzioni che conquistano per la delicatezza, il rifiuto di pose retoriche, la trasformazione del virtuosismo in un gioco naturale e l'arte dei contrasti al servizio dell'espressione. Quando suona Lonquich, non si ha davanti un fenomeno, ma un poeta della tastiera [...]

    La Stampa, 15 giugno 2008

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale - Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com P.IVA 03297510137 - Cookie policy - Privacy policy